L'efficacia del comodo shampoo colorante nel coprire completamente e con facilità i primi capelli bianchi

Quando sulla chioma di una donna arrivano i primi capelli bianchi occorre subito coprirli. Lo shampoo colorante è un efficace modo di farlo. Il colore scompare lentamente con i lavaggi successivi. Il prodotto è facile da applicare e si tiene in posa alcuni minuti prima del risciacquo. È delicato e non contiene sostanze chimiche forti come le tinture.

Cos’è e a cosa serve uno shampoo colorante

Con il passare del tempo arriva il momento in cui cominciano a spuntare i capelli bianchi. I sistemi per nasconderli, colorandoli, sono diversi. Lo shampoo colorante, a differenza delle tinture, è un tipo di colorazione non permanente che non modifica il colore naturale. Le sostanze coloranti penetrano nel capello e vanno via gradualmente nel corso dei lavaggi successivi. Sono necessari tra 6 e 12 shampoo affinché il colore torni quello iniziale.

Come si applica correttamente lo shampoo colorante

Lo shampoo colorante si utilizza facilmente e rapidamente. Si può applicare su capelli bagnati oppure umidi. C’è bisogno di una coppetta o terrina e di un pennellino, spesso compresi nella confezione. Il colore deve essere steso dalle radici alle punte, quindi si effettua un massaggio. Si lascia poi agire il prodotto per alcuni minuti, tra 5 e 10, e si risciacqua accuratamente con acqua tiepida eliminando ogni residuo.

Precauzioni nell’uso dello shampoo colorante

Se i capelli bianchi sono pochi lo shampoo colorante è una buona soluzione al problema. Il prodotto è assai delicato rispetto alle tinture permanenti perché non contiene sostanze aggressive come ammoniaca ed acqua ossigenata. Tuttavia contiene sempre alcuni componenti chimici che possono essere irritanti in alcune condizioni come in caso di patologie della cute, in gravidanza, durante il ciclo mestruale o con un uso eccessivo.

Lo shampoo colorante è un modo semplice e sicuro per coprire con successo i primi capelli bianchi.