Negli ultimi anni gli amanti degli animali hanno ottenuto numerosi traguardi: oggi in molti hotel è possibile portare con sé il proprio animale domestico. Ma è davvero così? Una ricerca rivela che in realtà sono pochissimi gli alberghi che aprono le porte anche agli amici a quattro zampe e, quelli che lo fanno, pongono spesso delle condizioni ambigue.

Si parla tanto di pet-friendly, dunque, ma nella realtà dei fatti chi vuole andare in vacanza con il proprio cucciolo incontra ancora molte difficoltà. PetPassion.tv, sito e contenitore di video dedicato agli animali e ai loro padroni, ha condotto uno studio sulla situazione degli hotel pet-friendly in Italia.

Da questa indagine è emerso che innanzitutto nel nostro paese gli alberghi che offrono ospitalità anche agli animali sono pochissimi rispetto alla richiesta da parte dei turisti: solo il 30% degli utenti proprietari di animali, infatti, ha trovato facilmente una sistemazione adatta anche al proprio cucciolo.

Il 18%, invece, ha incontrato molte limitazioni e condizioni imposte dai proprietari degli alberghi, sebbene queste strutture si definiscano pet-friendly. Uno dei fattori che crea maggiori problemi, ad esempio, è la taglia: molti hotel affermano di accettare animali, ma poi, al momento della prenotazione, si scopre che accettano solo quelli di piccola taglia. E così, quasi il 70% dei turisti, ha raccontato di aver ricevuto parecchi no da parte degli albergatori perché il loro amico a quattro zampe è di taglia media o grande.

La ricerca condotta da PetPassion.tv, inoltre, spiega che, una volta trovata una struttura davvero pet-friendly, bisogna poi verificare che abbia davvero tutte le caratteristiche adatte per ospitare gli animali, come ad esempio spazi verdi dedicati a loro, oppure ristoranti e sale colazione con tavoli all’aperto per poter mangiare in compagnia del proprio cucciolo. Deve essere presente, inoltre, anche un veterinario, elemento molto più apprezzato e richiesto rispetto alla pet-sitter o al servizio toelettatura.

Nel territorio italiano in totale si contano solo qualche migliaio di alberghi amici degli animali, concentrati per lo più al centro nord. In sostanza, questo studio dipinge un paese, l’Italia, ancora molto indietro rispetto agli standard europei in materia di strutture alberghiere pet-friendly, se consideriamo che, ad esempio, in Germania e in Francia ormai quasi tutti gli hotel accettano anche gli animali.

CONDIVIDI

Facci sapere cosa ne pensi !