Cronaca news, caso Melania Rea: Parolisi degradato e trasferito in un carcere civile
Salvatore Parolisi e Melania Rea

Le news di cronaca parlano del caso di Melania Rea e vedono l’autorità amministrativa militare richiedere ed ottenere la degradazione di Salvatore Parolisi, ex Caporalmaggiore dell’Esercito Italiano, condannato a 20 anni di reclusione per aver ucciso a coltellate la moglie Melania Rea nel 2011. Tutto questo emerge dalle pagine del settimanale ‘Giallo‘, in edicola da mercoledì scorso, il quale riporta inoltre che Parolisi, è stato trasferito dal carcere militare di Santa Maria Capua Vetere, al carcere di Bollate, la stessa struttura dove è detenuto Alberto Stasi per l’omicidio di Chiara Poggi.

Cronaca News: Salvatore Parolisi vuole vedere sua figlia

Salvatore Parolisi è stato definitivamente condannato per l’omicidio della moglie Melania Rea, uccisa il 18 aprile del 2011. Il provvedimento adottato dalla Corte d’Appello di Perugia, era stato sollecitato dal padre della vittima, Gennaro Rea con una lettera al Ministro della Giustizia Roberta Pinotti, segnalando che l’ex Caporale non poteva più usufruire dei privilegi legati allo status di militare. Il Fratello di Melania, Michele Rea ha fatto sapere ai giornalisti di “Giallo” che i vertici militari avevano assicurato che a breve tempo Parolisi sarebbe stato degradato e trasferito in un carcere civile e così in realtà si è verificato.

Salvatore Parolisi in questi giorni ha voluto formalizzare presso il Tribunale dei Minori, la richiesta di poter rivedere e sentire al telefono la figlia Vittoria, che oggi ha 7 anni. Michele Rea si è detto indignato davanti a una richiesta del genere, asserendo che lui non ha più nessun diritto di vedere la bambina in quanto il Tribunale gli ha tolto la genitorialità e che non merita più di essere padre, poi ha aggiunto: “Si assuma tutte le responsabilità e lasci in pace Vittoria, che senza di lui è una bambina felice“.

Cronaca News: Parolisi nello stesso carcere di Stasi

Ora Salvatore Parolisi è stato definitivamente trasferito presso il carcere civile di Bollate, alle porte di Milano, la stessa struttura dove viene detenuto anche Alberto Stasi, condannato a 16 anni di reclusione per l’omicidio della sua ex fidanzata Chiara Poggi.

I familiari di Melania Rea si sono detti soddisfatti del provvedimento, dichiarando che sicuramente non riporta indietro Melania, ma allevia il dolore e porta più credibilità alla giustizia.