Cronaca news, caso Loris: dichiarazioni choc di Veronica sulla sua relazione con il suocero
Il caso del piccolo Loris

Le ultime news rivelano che sulle pagine del settimanale di cronaca nera “Giallo” è stato pubblicato un reportage sul caso della morte di Loris Stival, il piccolo di otto anni barbaramente assassinato e gettato in un fosso a Santa Croce di Camerina in provincia di Ragusa. L’articolo riporta le dichiarazioni choc rilasciate da Veronica Panarello, riguardanti la presunta relazione che avrebbe avuto con il suocero Andrea Stival.

Cronaca news, Veronica Panarello: avevamo spesso rapporti sessuali

La giovane mamma del piccolo Loris Stival, per convincere i giudici che il figlio sarebbe stato ucciso dal suocero, ha rilasciato agghiaccianti dichiarazioni: “ci vedevamo spesso a casa sua e qualche volta anche a casa mia quando Loris dormiva e facevamo sesso spesse volte. A volte usavamo i profilattici che avevo in casa e che solitamente servivano con mio marito“. Si tratta di dichiarazioni crude e anche un po difficili da raccontare, poi ha anche aggiunto: “Loris è stato ucciso da lui perché aveva scoperto la nostra relazione“.

Ovviamente Andrea Stival nega tutto categoricamente, affermando di non aver mai avuto una relazione con Veronica. La donna per rafforzare la sua tesi, ha inoltre drasticamente affermato:”Mio suocero è anche ben dotato, molto più di mio marito“, il nonno di Loris invece, ha sempre detto che questa non è giustizia per il suo piccolo nipotino e che queste sono dichiarazioni fuori di senno.

Cronaca news: l’accusa chiede 30 anni di carcere

Il Procuratore Capo ed il Sostituto Procuratore Marco Ruta, alla loro requisitoria, hanno chiesto per Veronica Panarello, ben trent’anni di carcere (il massimo della pena per il rito abbreviato). Secondo l’accusa la relazione con il suocero è una cosa plausibile e possibile, ma Loris è assolutamente stato ucciso da sua madre e non da suo nonno.

Quest’ulyimo infatti ha un alibi di ferro, inoltre è stato strangolato con una fascetta da elettricista e con con un cavo elettrico, come sempre dichiarato dalla donna. Secondo la Procura di Ragusa, Veronica ha ucciso suo figlio perché, avrebbe scoperto la relazione con il suocero e per non farlo parlare, ha preferito eliminarlo uccidendolo.

Nei prossimi giorni, sarà pronunciata la sentenza a carico dell’imputata, il suo legale continua a dichiararla innocente, vedremo a breve l’epilogo di questa triste storia di cronaca.