Caso di Isabella Noventa, news: ora si cerca il cadavere avvolto in un sacco nero

La cronaca nera ci riserva sempre amare sorprese e nel caso di Isabella Noventa è certo che sia stato perpetrato un omicidio, ma il cadavere non si trova e viene cercato da sommozzatori, che scandagliano il Brenta. Scopriamo gli ultimi dettagli emersi e le novità su questo caso.

Cronaca nera: ancora in corso le ricerche della Noventa

La Polizia cerca un sacco nero contenente il corpo di Isabella Noventa, uccisa secondo indiscrezioni a casa di Freddy Sorgato e, trasportato nelle aree boschive intorno al Brenta. Padova e Noventa Padovana saranno setacciate attentamente per l’intera settimana.

Isabella Noventa, 55 anni, vive insieme alla madre ad Albignasego (Padova). Da circa un mese lavora part time come segretaria per uno studio medico. Venerdì 15 gennaio è uscita alle 20 per andare a mangiare una pizza con il suo ex compagno e, in seguito, amico, Freddy Sorgato.

Cronaca Nera: La dinamica dei fatti al vaglio degli inquirenti

In pizzeria, una testimone e parente di Isabella non nota nulla di strano tra i due. L’ex compagno, afferma che dopo cena Isabella si è fatta accompagnare a Padova, verso piazza Insurrezione, per incontrare un’amica. Da allora si sono perse le tracce.

Gli agenti della squadra mobile di Padova indagano sulla scomparsa di Isabella Noventa. E, il 16 febbraio 2016 fermano tre persone, accusate di omicidio premeditato in concorso. Si tratta di Freddy Sorgato, l’ex compagno, sua sorella Debora e Manuela Cacco, che gestisce una tabaccheria di proprietà dello stesso Sorgato. “Non c’e’ stata alcuna confessione, ha solo ribadito di non aver mai visto il corpo di Isabella Noventa e ancor meno di sapere che fine abbia fatto”.

Cronaca nera: Il depistaggio e il presunto movente dell’omicidio

Ha sintetizzato così all’Ansa l’interrogatorio di Manuela Cacco il suo legale, avvocato Alessandro Menegazzo. “Ha risposto alle domande del pm – ha aggiunto Menegazzo – e ha fatto alcune precisazioni sulle dichiarazioni già rese nelle scorse settimane”. La donna avrebbe cioè ripetuto di essersi solo prestata a camminare per il centro di Padova con addosso il piumino bianco di Isabella Noventa.

Quale sia il movente del delitto è ancora materia oscura. Isabella Noventa, 55 anni e segretaria, era forse venuta a conoscenza di loschi affari o segreti inconfessabili, appartenenti alle persone che l’hanno uccisa?

Queste sono le ultime informazioni di Cronaca Nera sul caso Noventa, presto vi forniremo ulteriori dettagli!