Canone Rai: le ultime novità sull'imposta televisiva che arriverà nella bolletta elettrica

Nel suo adattamento finale il provvedimento di legge sul Canone Rai amplia le garanzie per gli utenti anche in merito ai risarcimenti; e non solo, perché dichiara un tributo alle società elettriche, che riscuoteranno dall’Agenzia delle Entrate 14 milioni nel 2016 e ulteriori 14 milioni nel 2017. Questo denaro è destinato alle società elettriche per il controllo del canone nella bolletta della luce. Ecco tutte le novità e le approvazioni del provvedimento di legge sull’imposta televisiva che adesso i ministeri dell’Economia e dello Sviluppo Economico inoltrano all’Autorità per l’Energia e al Consiglio di Stato per il loro giudizio.

Canone Rai: tutte le informazioni generali

Riassumendo la questione, il canone Rai che avrà la somma di 100 euro in tutto, si pagherà a rate tramite la bolletta elettrica a cominciare da luglio 2016, quando pagheremo i primi 60 euro. La persona posseditrice del contratto della luce diverrà titolare pure dell’abbonamento televisivo, come conseguenza a una voltura automatizzata.

Le persone che pagheranno il consumo elettrico e non pagherà il canone Rai non avranno il distacco della corrente. La società elettrica insisterà sul versamento della tassa televisiva, e intanto l’Agenzia delle Entrate si interesserà di penalità, interessi, atti di recupero.

Canone Rai: gli esclusi dalla tassa

È escluso dal pagamento del canone Rai chi non possiede una televisione, chi ha un’entrata familiare di massimo 8000 euro e l’anziano con più di 75 anni. Si può informare se ci si trova in questa situazione l’Agenzia delle Entrate all’indirizzo: Agenzia delle Entrate, Direzione Provinciale 1, Sportello Sat, Corso Bolzano n. 30, 10121, Torino. Oppure tramite la mail all’indirizzo di posta certificata: DP.1TORINO@PCE.AGENZIAENTRATE.IT. La lettera va inviata come raccomandata con ricevuta di ritorno o anche con una mail certificata.

Se avete pagato la tassa televisiva per errore, perché rientrate nella condizione degli esclusivi, entro 60 giorni dal lancio finale del provvedimento, l’Agenzia delle Entrate dichiarerà come funzioneranno i risarcimenti. Per quanto riguarda gli abitanti delle 20 isole italiane, i cittadini pagheranno il canone Rai in un unico versamento di 100 euro, entro il 31 ottobre 2016, come accadeva prima per tutti; quindi riceveranno un bollettino postale, perché i collegamenti elettrici delle isole non sono connessi con quelli nazionali.