Agevolazioni fiscali: detrazioni e bonus per la casa

Una delle agevolazioni fiscali più conveniente per gli italiani è senza dubbio il bonus ristrutturazioni 2016 che consente a tutti coloro che hanno intenzione di svolgere dei lavori di edilizia e di tinteggiatura all’interno delle proprie case, tra i quali anche il rinnovo degli arredi e l’acquisto di elettrodomestici, di beneficiare di detrazioni fiscali che arrivano anche al 50%. Ecco tutti i dettagli su queste agevolazioni !

 

La legge di stabilità è il provvedimento legislativo, emesso dal Governo Renzi, per disciplinare alcuni aspetti economici che rientrano nella vita pratica degli italiani, prevedendo delle agevolazioni fiscali per determinate situazioni. Come accaduto negli anni precedenti, anche per il 2016 è previsto il bonus ristrutturazioni.

Al fine di beneficiare del bonus ristrutturazioni, che porta ad un taglio dell’imposta Irpef del 50%, è necessario depositare un’istanza, corredata di esatta rendicontazione delle spese, presso l’Agenzia delle Entrate del luogo in cui insiste l’abitazione oggetto di lavori.
Oltre ai lavori in muratura, vengono conteggiati tra le detrazioni anche l’acquisto di mobili e arredi e di elettrodomestici, pertanto, in questo caso è necessario presentare ricevuta di acquisto.

Tale bonus, studiato inizialmente come modalità per incentivare il settore dell’edilizia, fiaccato dalla crisi economica, è diventato con gli anni uno strumento molto utilizzato dalle famiglie italiane per rinnovare le proprie abitazioni malandate, danneggiate o troppo antiche.
Il Governo, allo scopo di avvicinarsi maggiormente alle esigenze del cittadino, ha studiato delle forme di agevolazioni fiscali anche in materia di arredamento, sia perché il settore, fiore all’occhiello dell’industria manifatturiera del nostro Paese, era fortemente in recessione, sia perché i cittadini richiedevano da tempo un intervento sul punto.

Fanno parte di queste agevolazioni fiscali anche gli elettrodomestici in quanto l’acquisto di nuovi modelli, a basso impatto ambientale e, soprattutto, con consumi contenuti, stabiliti dagli standard europei indicati con la lettera A+++ e seguenti, favorisce un consistente risparmio in bolletta e viene consigliato in particolare a coloro i quali utilizzano modelli vecchi che comportano un forte dispendio energetico.

Infine, per reperire ulteriori informazioni, o per ottenere chiarimenti circa la modalità di assegnazione delle detrazioni e di compilazione della domanda da presentare all’Agenzia delle Entrate, è possibile consultare il sito internet di riferimento, per verificare le condizioni necessarie per beneficiare di queste agevolazioni fiscali. Se siete interessati non esitate a fare richiesta e se non sapete come fare visitate il sito delle Agenzie delle Entrate.